26 settembre 2011

La gelosia. Più la scacci e più l'avrai?

~ alle 23:25
{ Mi ingelosisco facilmente }

Oggi voglio parlare di gelosia, e quindi di robe brutte, in sostanza. Però mi fa piacere parlarne e discuterne con voi, magari così mi rendo conto di non essere l'unica pazza esaurita nel mondo.
Parto dicendo che io, fondamentalmente, non sono (o forse credevo di non esserlo) una persona gelosa. Nel senso che, in tutti i tipi di rapporti, mi sono sempre fidata ciecamente delle persone che avevo accanto. Amici cari, fidanzati, famigliari e via dicendo. Non ho mai messo in dubbio una sola parola, ho sempre creduto fermamente a tutto quello che vedevo con i miei occhi, alle sensazioni che provavo e non alle voci che, in un piccolo paese come il mio, inevitabilmente mi arrivavano.
Poi, ad un certo punto della mia vita, tutto è cambiato. Ora, non so se sono cambiata io e quindi, di conseguenza, il mio modo di vedere le cose, oppure se incosciamente ho subito qualche trauma e quindi ho iniziato a rapportami in modo diverso alle persone. Mi sono scoperta una persona gelosa.
Nel link che vi ho linkato dicono: « La gelosia è un sentimento di ansia e incertezza dell'essere umano, causato dal timore che la persona amata sia voluta da altri, o che essa preferisca altri. La conseguenza può essere di rabbia e risentimento verso chi si pensa sia più considerato dalla persona amata; più in generale è causata dalla paura di perdere quello che si pensa di avere ». Non sono d'accordo con la prima parte, ma sono fermamente d'accordo che la gelosia sia, almeno nel mio caso, la paura di perdere la persona che si ama, o comunque la persona a cui si tiene in modo particolare.

Prendiamo ad esempio la nuova me (quella pazza gelosa) in un rapporto di coppia. Io non sono il tipo che, quando cammino per strada con il mio fidanzato e mi accorgo che un'altra lo guarda spudoratamente inizio a fare scenate urlanti, però ammetto che penso "Che c***o vuoi brutta s***a!", però finisce li. Visto che se sto con una persona penso che sia la più bella del mondo, mi limito a convincermi che quella brutta cretina che l'ha guardato sia terribilmente invidiosa della bellezza che ho vicino (Ingrid-autoconvincimento-modeon). Non ho neanche paura che il mio lui cada in tentazione (perdere una come me è sempre e comunque un delitto!). Non ho cinque anni e mi rendo perfettamente conto che gli occhi ce li abbiamo tutti e che non c'è niente di male a guardare un bel ragazzo o una bella ragazza, infatti per me non è assolutamente questo il punto. Il discorso è proprio che mi viene l'ansia se, per dire, percepisco qualcosa di strano o che non mi quadra. Chiamatela pazzia, ossessione o che ne so. Io non penso di essere tanto malata, proprio. Voglio dire, se uno mi istiga io reagisco di conseguenza e non capisco più niente. Gira che ti rigira il punto è sempre quello: se uno ti da motivi per essere gelosa, allora è giusto che tu lo sia. O no? O mi sto solo convincendo?
Ad esempio, voi cosa pensate del controllo del cellulare?

Io ritengo comunque che la gelosia sia davvero mossa dall'amore. Non che se uno non è geloso allora non ama, eh. Ognuno è fatto a modo suo ed ognuno reagisce alla cose secondo il suo carattere. Però se io ci tengo ad una persona, anche ad un'amica, mi fa paura sapere che potrei perderla o che qualcuno potrebbe portarmela via. E poi, più cerco di convincermi a non essere gelosa e quindi cerco di "mettere a tacere" questo mio lato sicuramente talvolta troppo marcato, e più sento che la gelosia cresce. Il mio discorso sarà tutto un controsenso, me ne rendo conto. Però voi, che ne pensate?

10 commenti:

Ophelia ha detto...

Non controllerei mai, di nascosto e non, il cellulare del mio fidanzato, perchè se voglio arrivare a certe cose ci arrivo in altri modi e perchè è una cosa non leale, di sfiducia. Perchè dovrei cotrollare? Perchè temo che quella cosa sia fuori dal mio controllo? Sarò ingenua, ma i suoi occhi mi parlano molto più di uno schermo e roba del genere. Ciò non vuol dire che devo starne alla larga o sia off limits un telefonino, se squilla e lui è in doccia rispondo se è il caso, se arriva un messaggio lo avviso, è un aggeggio come un altro, non c'è nè più e nè meno di quanto dovrei sapere. Prima ancora di essere amici, fidanzati, si è delle persone e le persone vanno rispettate, se cerco un 'di più da sapere' in un cellulare, vuol dire che nella nostra realtà qualcuno non mi sta dando abbastanza risposte. Credo che quando si ama la gelosia sia naturale perchè ami qualcosa che appartiene a te soltanto. Anche avere paura è incluso nell'amare, più amo e sono amata e più si è consapevoli del fatto che perdendo tutto, si perderebbero davvero troppe cose. L'ossessione invece non è inclusa nell'amore perchè preannuncia solo un bisogno ed affievolisce il desiderio, quello di amare qualcosa di vero. La frase di un film diceva "Io posso vivere senza di te, è che non voglio farlo", le paure invece scatenano solo dipendenza. Imparare a fidarsi è la cosa più difficile del mondo e si impara a farlo, abbattendo le proprie paure e fragilità, o almeno a smussarle, solo se accanto c'è la persona giusta, piano piano e con molta pazienza, amarsi è anche vedersi crescere entrambi. Se qualcosa deve finire finisce, non saranno di certo controlli, interrogatori, lamentele, scenate, a salvare tutto.
Lasciando da parte il discorso, quanto mi piace il titolo che hai dato al blog :)
Un bacio e vista l'ora, notte :***

silvia ha detto...

io non sono gelosa... sono fobica.
ho un passato di controlli di cellulare, letture spasmodiche di fb cercando reconditi messaggi subliminali, pedinamenti on line... insomma, ho fatto di tutto.
perchè?
fodamentalmente perchè, credo, di esser una persona con scarsa fiducia in se stessa in primis e perchè, purtroppo, ho un passato da persona poco fedele e quindi, in maniera malata, rivedo certi comportamenti miei e li stravolgo del tutto (mi chiama che è in ritardo, ecco, chissà con chi è mentre mi son scordata che m'aveva già preannunciato che aveva una riunione e poteva far tardi. ma era una scusa che ai tempi usavo io e tutto mi diventa fobico...)

vabbè, chiudo qua che mi sto vergognando da sola -_-"

Anonimo ha detto...

Quanto vorrei rispecchiarmi nelle parole di Ophelia.
Io credo di essere malata di gelosia, la mia è praticamente un'ossessione; ed io proprio non dovrei averne motivo, visto che sono fidanzata da 5 anni con una persona che ha avuto un debole per me da quando di anni ne avevamo solo 14.
Mi da fastidio praticamente tutto: mi da fastidio pensare alle sue storie passate, mi da fastidio se fa un apprezzamento positivo nei confronti di un'attrice/soubrette (tel'ho detto, sono malata), mi da fastidio se passa una bella ragazza per strada, e con la coda dell'occhio controllo se la guarda o meno. Per come la vivo io credo che la gelosia sia un qualcosa che va al di là dell'amore, al di là del fatto di aver paura di perdere la persona che ci sta a fianco. Nel mio caso, e credo anche nel caso di altri, la gelosia è legata soprattutto all'insicurezza. Mi sento sempre insicura, in ogni persona vedo qualcosa di meglio rispetto a come sono io, che si tratti di aspetto fisico, simpatia, intelligenza, modo di vestire, intraprendenza, facoltà universitaria, lavoro. Dovrei essere più razionale e capire che questo è un problema mio e che a lui non frega un cavolo di quanto sono lunghe le gambe di quella, se quell'altra è intelligente o quell'altra ancora è vestita benissimo. Però è più forte di me, non riesco a non pensare a determinate cose. Il più delle volte mi mordo la lingua eh, poi ci sono le volte che scoppio e faccio la scenata, di cui mi pento circa 10 secondi dopo, perchè questa parte di me è troppo malata, dovrei cercare di seppellirla e basta. Chissà se mai ce la farò.
BlackTea
http://blacktea.splinder.com/

Và ha detto...

gelosia portami via anche qui da me. tutta colpa del mio ex comunque. -.-
:*

inkiostrata ha detto...

Quando sento la parola gelosia mi sento subito chiamata in causa. :) io sono una persona gelosa. Sono gelosa: delle sue ex, delle sue amiche, delle sua conoscenti, di ogni essere di sesso femminile insomma! Non faccio scenate, ma metto il muso anche per un giorno intero se vedo qualcosa che non mi aggrada, il che è anche peggio. Non controllo cellulare e email, ma non tanto per una questione di rispetto, quanto perchè ho paura di quello che ci potrei trovare. La gelosia significa solo una cosa: insicurezza in noi stesse. pensiamo sempre che lui si possa stancare, che possa trovare di meglio, io mi dico "ma perche dovrebbe essere innamorato di me? sicuramente non lo è"...e così via. Dovremmo solo pensare che siamo esseri meravigliosi e che loro sono e si sentono onorati di stare con noi. Ma la gelosia è irrazionale, quindi ce la teniamo :)

Francesca ha detto...

TUTTI hanno paura di perdere la persona amata. Chi ha la certezza che quest'ultima voglia starci accanto a tempo determinato? Nessuno.
Avere paura di perdere la persona amata, però, non è una giustificazione per stressarla, farla sentire sotto pressione o anche solo infastidirla.
Perchè al di là di ogni paura c'è una cosa fondamentale: il RISPETTO. E l'amore senza il rispetto non è amore.

Personalmente sono MOLTO insicura. Di me stessa e dell'altra persona. Non ho una grande fiducia nel prossimo ed ho pochissima autostima.
Immagina tu...mi fa star male tutto. Amiche, conoscenti, personaggi famosi. Ex? Ha avuto un unica storia durata dieci anni con convivenza. Immagina tu come posso sentirmi al riguardo...
Nonostante tutto ciò cerco costantemente di ridimensionare e controllarmi, anche se la mia insicurezza più che sfociare all'esterno danneggiando l'altro mi fa implodere all'interno danneggiando me stessa -.-

Cupcakes ha detto...

Ho avuto solo due esperienze, come ben sai, e credo che la gelosia ci sia di base ma si manifesti in maniera "seria" solo quando il partner te ne dà motivo.

Con l'ex ero una povera isterica impazzita, e questo perchè lui portava sempre avanti la storia idiota della privacy e della fiducia.
Non potevo sbirciare nè sul cellulare nè sul pc, così diventavo pazza credendo che mi nascondesse qualcosa. Solo un paio di volte sono riuscita a sbirciare sia l'uno che l'altro e... ho scoperto cose scomode.

Con Daniele invece ho libero accesso al suo profilo Fb e al suo cellulare, e non ho mai e poi mai trovato nulla.

Questo per dire che, proprio se esiste la fiducia, ci si dovrebbe fidare di far vedere le proprie cose al partner.
Chi difende sempre e solo la privacy, ha sicuramente qualcosa da nascondere.

Traduzione: se hai il permesso del tuo Lui, non si tratta di spiare e non devi neanche sentirti in colpa!

Ps: Non credo la gelosia corrisponda sempre a scarsa autostima. Anche le più belle, brave ed intelligenti del mondo ricevono corna, e questo perchè l'uomo, se è debole, lo è sia se sta con la migliore del mondo, sia se sta con la peggiore.

Ingrid ha detto...

Allora, in tutti i vostri commenti ritrovo qualcosa di me.
Vorrei poter pensare e comportarmi esattamente come Ophelia, in modo così razionale e maturo, ma non sempre è facile. Probabilmente, come hanno detto BlackTea, Inkiostrata e Francesca, la gelosia (presumo quella morbosa ed ossessiva, e non la sana gelosia presente nei rapporti) è dovuta all'insicurezza in noi stesse.

Io sono una persona fatalista. Penso che se una cosa deve finire finisce e basta, e noi non possiamo farci nulla. Non c'è controllo di cellulare o di mail che possa impedire la fine di una storia. Però io una sbirciata al telefono la do anche. Non mi è mai stato proibito di farlo, ed anzi, mi è stato messo il telefono in mano e mi è stata data la pass per FB. Già questo mi rende molto tranquilla, quindi non sento la necessità fobica del controllo.

La gelosia può portare davvero a brutte cose. Ci sono coppie che si sono rovinate e logorate a causa della gelosia. Però si parla sempre di eccesso e mai di quel sentimento che, secondo me, è normale.
Penso però che la linea tra "gelosia normale" e "gelosia ossessiva" sia molto facile da superare, ed io qualche volta l'ho superata (mi sembra di non essere la sola). Vuoi per insicurezza, vuoi per sospetto, vuoi per paura o che ne so, mi è capitato di superare il limite consentito.

E' la cosa che mi ha fatto più male è che mi sono sentita io triste e logorata, mentre lui cercava solo di rassicurarmi e tranquillizzarmi.

Cup, il punto non è che anche le più belle ricevono le corna. Il punto è che magari loro sono bellissime e non sono gelose. La gelosia non corrisponde per forza alle corna, ecco. E comunque con l'ex avevi tutti i tuoi motivi per essere gelosa, visto che ci avevi visto non giusto, di più!

Francesca ha detto...

Non la penso come Cup.

Io NON voglio che il mio ragazzo guardi nel MIO pc e nel MIO cellulare. E, ok che non mi conoscete, ma non ho niente da nascondere.

Semplicemente sono fermamente convinta che non c'è coppia che tenga, non c'è sentimento che tenga: ognuno DEVE conservare i suoi spazi, i suoi limiti. La privacy c'è, sì, e GRAZIE A DIO! Fortunatamente non si è una cosa sola, tanto per citare un clichè, ma ci sono due individui ben separati che decidono di compiere un percorso assieme.

(ovvio che se il mio ragazzo si avvicina al pc o al cellulare non è che gli stacco una mano a morsi, ma sicuramente se mi chiedesse di controllare o farsi generalmente i cazzi miei gli direi un NO, secco)

Come ho già detto ognuno ha i suoi spazi e ben venga. Nei miei spazi c'è la mia vita, ci sono i messaggi, i ricordi, le discussioni e le litigate con altre persone vecchie di anni e anni. Ed è una parte mia e solo mia, e sarebbe senza alcun fine far sapere ogni dettaglio al mio attuale ragazzo.

E perchè mai dovrei "controllare" il cellulare al mio ragazzo? E chiedergli il permesso?! Ma cos'è, un burattino? Ho stima di lui e non gli chiederei mai una cosa del genere. E non ho molta autostima, ma fino a non ridurmi a questo punto sì.

E poi non è che se una è gelosa significa automaticamente che ha le corna -.- la maggiorparte dei casi son seghe mentali belle grosse.

E non è solo la gelosia "seria" che può portare a brutte cose.
Ho avuto solo un fidanzato geloso, e se ora sento anche solo l'odore della gelosia scappo...e forte.

Volevo andare in palestra? Non gli andava bene, perchè avrebbero potuto provarci con me.

Avevo conoscenti su Facebook? Li dovevo cancellare assolutamente, tanto se non sono amicizie serie a cosa mi serviva tenerli fra gli amici?

Queste erano cazzate, sicuramente non pesanti, ma che alla lunga possono davvero logorare chi le riceve. E finchè non lo accontentavo era un logorio costante, "educato", ma costante. E ti snervi e ti stanchi e ti senti in colpa per colpe che non hai, ma che l'altro ha.

Se non è insicurezza, è semplice immaturità...che è persino peggio.

Ingrid ha detto...

Francesca: Io, dal mio personale punto di vista (che è e rimane solamente un'opinione), penso che sia molto ma molto più grave fare storie per una palestra o un amico su FB che non prendere in mano un cellulare con il consenso dell'altra persona.
In questo caso si, è davvero immaturità.

Poi, concordo con te sul fatto che la coppia è composta da due persone singole e ben distinte e che ognuna delle due persone debba essere rispettata, però penso anche che ci debba essere condivisione e non segreti assoluti. Come dicevi tu, se il mio fidanzato mi prende il telefono non lo mangio sicuramente. Anzi, non ci faccio nemmeno caso (almeno, io).

Che la gelosia logori i rapporti siamo d'accordo, però bisogno anche tenere in considerazione il comportamente dell'una o dell'altro, il carattere, le esperienze passate e via dicendo.

Posta un commento